Interistiorg

Il sito che vi amerebbe tutti, se solo ne avesse il tempo

Passata una settimana e non è ancora smaltita la rabbia per la sconfitta italiana

seppuku

Disonorata la patria. Ora mostriamo all’Isis che abbiamo due coglioni così grossi sotto

Prima la Juve, poi la batosta sulle legge elettorale.

 

Brucia più della disfatta a Gallipoli: l’Italia riponeva grandi speranze.

 

Un porcello, tre grilli e un pastore maremmano: schierandoli nell’11 titolare nelle ultime 10 partite avremmo perso una sola altra posizione

 

cus

Vecchi l’avrebbe rimandato nel Bronx

Bauscia descrive l’Inter del passato, coi nuovi dirigenti siamo più dei travet.

 

Cose mai sentite a San Siro negli anni 80: “Il Beccalossi non copre minga

L’obiettivo di Vecchi è crescere una generazione di Nagatomo.

Chiusa la stagione impiegatizia

Dirigenza da 14esimo posto, squadra ottava: bravi ragazzi!

Gente che non gioca per vendetta, a cui viene fatta la morale da un allenatore che in carriera ha al massimo gestito ragazzini non professionisti.

Vecchi: è arrivato un nuovo fenomeno. Il cerchio magico dei pasticcioni pieni di sé si arricchisce ancora.

I ragazzi mi sono parsi superficiali nella rifinitura“. Luciano Moggi non lo ha mai detto.

Al Bovisio Masciago, contro cui il nostro caro Eric fece un gran gol, certe cose non sarebbero tollerate.

Ma davvero Ausilio continuerà a gestire i progetti sportivi dell’Inter?