Interistiorg

Il sito che vi amerebbe tutti, se solo ne avesse il tempo

Moratti, il nuovo Boffo?


“Quiero falar cum Robinho”

Mentre voi pigrate, noi finiamo sul sito del Llanelli: Tony Ale, il commentatore di punta di Radio Iorg, e Catone. Come sempre: voi d’estate continuate ad andare a Ibiza, poi non vi lamentate che non capite un cazzo di calcio.

A vedere Llanelli-The New Saints eravamo in quattro: da quando c’è la violenza nei pub le famiglie non vengono più.

Il giorno in cui finimmo sul sito del Liverpool dopo Istanbul fu una soddisfazione simile.

Belli i vostri racconti degli anni ’80. Li abbiamo raccolti e saliremo al Quirinale a portarli.

E all’86esimo del secondo tempo Moratti si incazzò: a gennaio arriva Kakà. Dal cuore: grande presidente.

E ancora, sesso in metrò tra Paolillo e Veronica Lario: tutto vero o solo pettegolezzi volgari e insulsi inventati dal nostro sito? Cerchiamo testimoni oculari.

Van Basten: “All’Inter per vincere

Franco Rossi lancia: “Intreccio calcio, politica, miliardi e petrolio: qualcuno ha ordinato all’inter di smetterla?“.

Nei commenti altre teorie complottiste autoprodotte.

Andrea Agnelli: “Juve, il bel gioco e i risultati arriveranno“. Ci han fatto due palle così con gli ultimatum per tre mesi, poi all’improvviso han scoperto di poter portare pazienza.

Ibrahimovic: “Non ho paura dell’Inter“. Soltanto? Noi invece trovammo la sua prestazione in CL dello scorso anno addirittura esilarante.

Mercato, Lukaku: il solo che se lukaka è il Real Madrid.

Per la rubricaNegli anni ’80 le famiglie andavano allo stadio perché non c’era la violenza” i ricordi nostalgici di Direttore, Donciccius e il Califfo.

come dimenticare un fiorentina inter 1-1
(serena e passarella su rigore) negli anni 80…non ricordo se era 83 o 84…
pullman dal mio paesino…classico…di quelli con la fermata in autogrill che prevedeva il montaggio di tavolo e sedie nel parcheggio per consumare in tranquillità il prosciutto tagliato a mano con pane fatto in casa…
l’autogrill è a una quarantina di km dallo stadio franchi…ma il mattone che colpì all’orecchio uno dei partecipanti alla gita solo perchè portava la sciarpa dell’inter, proveniva da un’auto con sciarpa viola.
recatici allo stadio, in un uomo in meno, passando sotto la curva “ferrovia” che non è nemmeno quella più calda siamo stati accolti da pezzi di cemento e di cessi…
entrati in gradinata siamo stati simpaticamente strattonati e spintonati fino all’uscita…per poi essere cordialmente riammessi a prenderci i razzi che arrivavano dalle curve a venti minuti dalla fine…

Già gli stadi degli anni ‘80: olimpico di Roma mia sorella colpita da un’arancia in un occhio, nero pesto, lanciata ad altezza d’uomo; la carica del cucs subito dopo il gol di Scanziani, un derby (0-1) con gol di oriali con cariche e controcariche nel secondo anello e tristi incontri di boxe nei distinti, per finire con la finale di UEFA a Roma dove in tribuna Monte Mario (100 mula dell’epoca) era tutto un volar di monetine alla faccia della presunta tranquillità di festeggiare in pace la coppa, Formidabili quegli anni

ancora vivo in me ad esempio il ricordo di quella sera di coppa con il Ranger Glasgow, quando ancora bambino dovetti ricorrere alle cure mediche per una profonda ferita alla mano dopo essermi ritrovato in una rissa tra cinquecento persone tra interisti celere e scozzesi, che, con bastoni,spranghe catene e manganelli si avviavano negli allora comodi ma spartani distinti a godersi in santa pace la partita mentre dai polpolari piovevano rubinetti e lavandini…

47 risposte a “Moratti, il nuovo Boffo?

  1. Pingback:car repair estimates

  2. ifixtcentcen 10/09/2010 alle 1:43 pm

    il mio ricordo: Inter-Roma, fine anni 70, io avevo poco più di 10 anni, quindi 11. Mio padre mi portava allo stadio giusto quelle 3-4 ore prima per prendere i posti in corrispondenza della linea mediana. Mentre saliamo la rampa vedo per terra gocce di sangue che diventano sempre più grandi fino a trasformarsi in chiazze. Entriamo nel mitico catino e veniamo a sapere che si erano appena accoltellati. Seduti sui gelidi gradoni, abbiamo passato l’attesa gustandoci le varie spedizioni punitive che andavano da una curva all’altra e, giuro, mi ricordo di aver visto un tipo in mezzo alla bisboccia che brandiva addirittura una pistola.

  3. 291103 09/09/2010 alle 9:09 pm

    Ma quand’è che siete finiti sul sito del Liverpool?

  4. a.j 08/09/2010 alle 8:13 pm

    Bellissimo ricordo negli anni ’80 della mia prima (di due) partita in tribuna d’onore.Un Inter-Bilan 2-2 con gol di Kalle. Il dettaglio e’ che con mio papa’ avevamo dei biglietti “distinti” e cosi’ una rissa ed il sovranumero dei paganti ci ha fatto finire in tribuna a spintoni e con difficolta’ a respirare (avevo circa 10 anni), con la faccia schiacciata alla ringhiera.

  5. JulioCesar capocannoniere 08/09/2010 alle 7:51 pm

    Ho una storia bella sugli stadi negli anni ’80

    E’ un po’ lunga ma ne vale la pena.

    Io negli anni ’80 ero un bambino e non andavo mai allo stadio perchè era troppo pericoloso.

    Morale della favola: se Aldo Grasso ce l’avesse detto prima, io da bambino sarei andato allo stadio molto più spesso.
    [NdIorg – purtroppo gli hanno dato la rubrica sul calcio troppo di recente]

  6. slalom75 08/09/2010 alle 7:23 pm

    Che bello leggere queste cose!!!
    http://www.udinese.it/script/view.php?id=686
    Grazie ministro continuà così!!!

  7. Il Principe del Bernal 08/09/2010 alle 7:02 pm

    @ Sindrome Coreica

    Rinuncia.
    La fagiana vince sempre.

    Soprattutto la mia, che di Ibra…Galliani…Gheddafi…Franco Rossi…se le sbatte.

  8. Focus III 08/09/2010 alle 6:57 pm

    Sull’onda del revival degli insignificanti anni 80 mi sovvengono un paio di episodi minimi a San Siro.
    Il primo è una piacevole serata a vedere Inter Nantes nei distinti: acqua torrenziale e i Boys che gentilmente allungavano gli ombrelli a quelli di sotto perché si riparassero. Che li lanciassero a tutta forza e a punta in giù è un trascurabile dettaglio. Così come trascurabili sono stati i tre km percorsi a fine partita per ritrovare il pullmann che la pula aveva fatto spostare: una bella scarpinata sotto il diluvio, distanza coperta a tempo record per evitare accoltellamenti e rapine. Di pulotti in giro nemmeno l’ombra. Tutti sotto gli ombrelli, probabilmente.
    Non male anche la serata della mitica sfida Inter Slovan Bratislava, quando il seocndo rigore sbagliato dall’Evaristo venne salutato da una salva di razzi, bengala, petardi, più lancio indiscriminato di oggetti di varie dimensioni, alcuni dei quali per difetto di gittata e scarsa mira non raggiunsero il campo.
    Il lancio della chitarra acustica dai popolari della curva Nord prima di Inter Az Alkmaar fu decisamente poca cosa (il chitarrista non mi risulta abbia seguito lo strumento). Insomma già nell’82 i tempi stavano cambiando in meglio.
    Non cito Inter Rangers perché l’ha già fatto qualcun altro: però vedere gli skin glasvegiani lavapoco beccarsi i magnum in testa e le pedate in culo dalla celere senza fare una piega fu un’autentica rivelazione. Capii che per tornare a vincere in Europa ci sarebbe voluto un carattere che ancora non avevamo. Le facce di Lucio e Samuel rendono perfettamente l’esempio.

  9. secondastella 08/09/2010 alle 6:50 pm

    ahiahiahiahi!
    Citati da SkySport24!
    Vorrà mica dire che ci stiamo trasformando in un sito di prostituti intellectuali?!
    [NdIorg – ci stiamo comprando Sky, non dovremmo dirlo, ma ormai le Borse sono chiuse]

  10. psycho 08/09/2010 alle 6:28 pm

    Ragazzi, dopo avervi visto sul sito del Llanelli, posso solo dire che siete sempre più grandiosi.

    vo-vo-voi siete dei campioni!

    [NdIorg – tututututu]

  11. donciccius 08/09/2010 alle 4:42 pm

    Per la serie inutil curiosity – sempre pescando dalla memoria degli anni ’80 da allora lettore del GuerinSportivo riemerge un Inter Monaro, colori strisce orizzionatli nero-verdi, dall’Australia, Nuovo Galles del Sud, ora estinta:
    Inter Monaro SC is a defunct Australian football(soccer) club that was based in Queanbeyan, NSW. Inter Monaro entere the NSW State League in 1977 after winning the ACT State League in 1976. In 1979 they won the NSW State League Grand Final. The club formerly entered the National Soccer League in 1985 and 1986 and competed in the top level leagues of NSW and ACT from the late 1970s through to the 1990s. Home matches were played at Seiffert Oval and at the Marco Polo ground adjacent to the Monaro clubhouse. Both are located in Queanbeyan.

    [edit] National Soccer League
    After winning New South Wales Division 1 in 1984, Inter Monaro entered the NSL for the 1985 season, replacing Melita Eagles in the Northern Conference. In their first season they finished 7th, two points outside of a finals position and below local rivals Canberra City. In 1985 National League Cup, Inter defeated West Woden 9-1 in the first round before being eliminated in the second round by Canberra 1-0.

    The second season in the NSL was less successful. In the 1986 National League Cup, they were eliminated by Canberra City again, losing 2-1 in the first round. Inter finished bottom of the table with only three wins from 22 games, and a restructure of the national competition for the 1987 season cutting back to 13 teams saw the club relegated back to the NSW First Division.

    Ci mancava proprio

  12. Alinghi 08/09/2010 alle 4:36 pm

    Ma con la tessera di Interistiorg ci sono delle convenzioni anche con le prostitute?In parole povere,se presento la tessera mi fanno lo sconto?
    [NdIorg – supercampione, hai il 10% sulle manette]

  13. psycho 08/09/2010 alle 4:28 pm

    @supergalli della redazione
    Sì, concordo. Comunque io propongo una carta di credito prepagata con il logo ‘Interistiorg.org’ da acquistare OBBLIGATORIAMENTE per potersi logare alla chat. Senza un accorgimento del genere, prevedo che NESSUNO si sentirà sicuro in chat, e NESSUNO prenderà appuntamenti per serate mitiche. Segnate che l’ho scritto. Poi non lamentatevi.

    🙂

  14. psycho 08/09/2010 alle 4:18 pm

    Savicevic: “Io al Milan solo genio a sprazzi. Con i nerazzurri voglio trovare la continuità che capello non è riuscito a darmi”.

    @Redazione

    Sicuri sicuri di voler inserire una chat?! Io ai tempi di interisti.org ricordo una chat (anzi, una messaggeria) per famiglie, ma – come gli stadi anni ’80 – piena di tafferugli, bestemmioni e insulti a madri/padri/cani/nonni. Se posso, questo giro vi consiglierei di istituire una tessera della messaggeria. La violenza verbale sarà sicuramente un lontano ricordo e le famiglie potranno tornare a chattare.
    [NdIorg – supergallo, sicuramente faremo la tessera della chat o del forum. Ma cordinarsi tra chi frequenta le pagine di iorg da un po’ è impossibile, invece negli anni ’80 sul sito ci siamo conosciuti in tanti, abbiamo fatto l’amore tra di noi, viaggi, nozze etcetc. Senza un comunicatoio è impossibile tornare a fare sesso tra i frequentatori del sito]

  15. Alinghi 08/09/2010 alle 4:16 pm

    Gli stadi sono vuoti perche’ una volta andavi allo stadio un’ora prima,prendevi comodamente un biglietto dal bagarino,magari lo pagavi il doppio ma in 2 minuti eri gia’ ai cancelli.Adesso,devi prendere i permessi,la tessera del tifoso,magari stare in coda dalle 6 del mattino davanti alla banca,e alle 8,31 sentirti dire che sono esauriti.
    Per non parlare dei 3 giorni da alluvionato del Pakistan in via Massaua

  16. marziano 08/09/2010 alle 3:47 pm

    Sondaggio: quali sono le ragioni per cui gli stadi sono vuoti?
    a) perché mal frequentati (mentre invece con la Tessera del Tifoso saranno sempre frequentati da persone dabbene o comunque facilmente rintracciabili)
    b) perché poco ospitali, scomodi e con posti lontani dal campo di gioco;
    c) perché non di proprietà;
    d) perché i posti costano troppo.

    Illuminatemi, io ancora non l’ho capito.

    [NdIorg – sicuramente la Uno]

  17. Alinghi 08/09/2010 alle 3:28 pm

    Premio Bargiggia 2010 a quel genio di Franco Ordine che saranno dieci giorni che ha dichiarato:una societa’ come l’Inter non puo’ vendere Balotelli e non rimpiazzarlo.
    Gia’ lo scorso ha venduto Ibra e non l’ha rimpiazzato.
    A parte che se il patentino di giornalista l’ha pure Vanna Marchi allora l’esame non deve essere molto difficile,mi sembra di ricordare che andato via Ibra sono arrivati Milito ed Eto’,e con i soldi ci siamo presi pure Lucio.Ma forse la triplete me la sono sognata.

  18. Principe Bianchi 08/09/2010 alle 3:18 pm

    Continua la bagarre di calciomercato tra Inter e Milan: come ultimo sgarbo Moratti sembra intenzionato a offrire il doppio dello stipendio alla difesa del milan affinchè resti cosi.

    ps: La carriera di Kaka mi ricorda un po’ le vicende di quel poeta fiorentino imitato da Benigni: qualche giro all’inferno coi diavoli, 2 annetti di purgatorio e poi finalmente pronto per l’agognato Paradiso.

  19. columbus 08/09/2010 alle 3:12 pm

    Van Basten : Non ho paura dei tifosi Milanisti

  20. Kalle 08/09/2010 alle 3:06 pm

    Anche se giuovincello ricordo il clima sbaciucchione degli anni 80 e devo dire che mi ha insegnato molto. Effettivamente oggi andare allo stadio non ha più il gusto di una volta. Un’altro gusto aveva
    la psicosi della folla di mio padre che verso il 35 del secondo tempo decideva che la partita non aveva più niente da dire e che dovevamo lasciare lo stadio perchè quel clima gioviale di li a poco si sarebbe tramutato in un’orda barbarica. Quel 30 agosto 1989 Cosenza Inter 0-2 di coppa Italia lo ricorderò per sempre per aver sentito alla radio, ormai in macchina, che al 95′ segnò nientemeno
    Morello e soprattutto al 119′ raddoppiò la pantegana bionda Klinsmann. Lì capii che avevo ereditato qualcosa di molto particolare oltre che la fede nerazzurra. Ebbe un gusto particolare la prima auto bruciata vista in diretta a Taranto il 23 agosto 1987 coppa italia 2-2 con goal del mitico Spillo ma soprattutto ebbe un gusto particolare il racconto dei miei zii che in occasione di un Bari Inter della stagione 1985-86 si presero ombrellate a strafottere per non essersi contenuti nell’esultanza del goal del grande Kalle Rummenigge. Sebbene fossero poche le occasioni per seguirla la mia famiglia negli anni ‘80 andava allo stadio perchè c’era l’Inter.

  21. Pictor 08/09/2010 alle 2:58 pm

    Dite che Paolillo si sia fatto la Lario? Un bel gallo, eh, lo invidio davvero. Che bell’idea farsi la milfona, ex-moglie. Dopo il tradimento di Ibra ora siamo uno pari.
    P.S. auguri di pronta guarigione a donciccius. Sveglia ragazzo.

  22. donciccius 08/09/2010 alle 2:40 pm

    Carissimi,
    in un giorno funestato dal pargolame con due laringiti con febbre a 40 e altri acciacchi, farmacie e pediatri, vi ringrazio per la citazione

  23. Sindrome Coreica 08/09/2010 alle 2:36 pm

    @Redazione
    Perchè, al fine di rendere un po’ più bello questo sito che, come è noto, fa cagare, non istituite il “Premio Avatar più bello”? Il mio grafico delle borse dopo il crack Lehman potrebbe avere ottime possibilità…o no? (Troppo facile vincere con la fagiana come avatar…). Al vincitore 5 commenti complottistici personalizzati di Franco Rossi.

    [NdIorg – tututu sei un campione. Altro che ironie, grazie a questo gong nell’innovazione, metteremo anche un forum o una chat in cui potrete insultarvi e conoscervi e andare a cena e avere rapporti eterosessuali e/o non con riflessi filmati. Altre che criticone continue. E comunque il tuo avatar è sicuramente di pregevole fattura]

  24. Sindrome Coreica 08/09/2010 alle 2:32 pm

    Il nuovo sito fa cagare (commento sbaciucchione)

  25. a.j 08/09/2010 alle 2:14 pm

    “LA POTENZA DEL MILAN INFLUENZERA’ PSICOLOGICAMENTE ANCHE GLI ARBITRI COME E’ ACCADUTO ALL’INTER L’ANNO PASSATO.”
    Solo io noto qualcosa di strano in questo passaggio?

    E poi vorrei dire la mia sul mercato dell’Inter. Ma, di grazia, chi dovevamo comprare? Solo tre mesi fa abbiamo vinto tutto, perche’ non dovremmo dare fiducia alla stessa squadra? L’Inter, a mio parere, si e’ mossa bene con i giovani. Ha venduto obbligata dalle circostanze il mononeurone e comprato al suo posto due giovani di belle speranze. Vedremo. E da quando esiste il calcio le squadre che vincono sono quelle piu’ equilibrate. Ed il bilan non mi pare avere queste caratteristiche. Continua a farmi piu’ “paura” (parolone) la riomma.
    Quindi fiduciosi. Probabilmente non ripeteremo l’annata straordinaria, ma l’importante e’ essere li a lottare quando arrivera’ la primavera, poi i dettagli faranno la differenza.

  26. Pictor 08/09/2010 alle 1:51 pm

    http://www.gazzetta.it/Calcio/SerieA/Milan/08-09-2010/galliani-che-entusiasmo-711065411277.shtml

    Per riportare fin da subito, ancor prima dell’inizio d’ autunno, Mario-1 neurone a casa sua, della quale e’ tifosissimo lungimirante e farlo giocare col idolo Robinho, le Chevaliere Berlus andra’ da Baroso che andra’ da Platini che andra’ da Blatter, mentre Fester andra’ da Ghedaffi che andra’ dai proprietari del MCity che andranno da Obama. Tutto col intento di far riaprire straordinariamente il cacchiomercato (di riparazione immediata), per una settimana sola, onde riportare il figliol prodigo nel paese natale (ma cazzo, si puo’ dire cosi’?). Volevo dire nel paese per la cui maglia nazionale ha appena incominciato a giocare.

    Ma non serve mica tutto sto movimento per rivincere dopo ani- anorum lo scudo, tanto francorossi ha gia’ esposto tutto e non ci sono problemi per fare il Bilan-Champagne col modullo 1-2-7. Noi invece faremo la Birra Moratti col baffo, vecchi come siamo (ce lo dicono tutti).

  27. lowprofile 08/09/2010 alle 1:28 pm

    Franco Rossi ha omesso che Benitez in realta’ e’ Stanislao Munisky, in uno dei suoi innumerevoli e piu’ riusciti travestimenti….

  28. interator 08/09/2010 alle 1:23 pm

    con tutto il rispetto per Francone, ma ricordo molto bene che negli anni scorsi ha detto più e più volte le seguenti frasi (solo per citare le due più belle):

    “Mourinho non capisce nulla di calcio” (sarà, ma non è con Ranieri che si vincono le coppe dopo 45 anni…)

    “E’ più facile che Franco Rossi vada sulla Luna piuttosto che l’Inter vinca la Champions [sic!]” (ha già comprato la tuta spaziale?)

  29. siamo_solo_noi 08/09/2010 alle 1:15 pm

    mmmmh… e il complotto degli alieni GangaBanga dove lo mettiamo?

    si sono già messi d’accordo con i Libici per far perdere lo scudetto all’inter (e alla roma, ovviamente), oppure sono ancora all’oscuro del piano criminoso del nano malefico e di gheddafi?

    se si fossero già messi d’accordo, propongo che l’inter si allei con gli alieni del pianeta SdP (Stadio di Proprietà), acerrimi nemici dei gangabanga per sconfiggere le forze del male…

    me lo vedo già il capitano, a bordo di un’astronave nerazzurra, atterrare su San Siro, moviola alla mano, e far annullare il gol scudetto del milan, chiaramente in fuorigioco…

  30. kremlin 08/09/2010 alle 1:12 pm

    Ma Robinho l’hanno preso col “lotto investimento”? quello, per intenderci, che oltre al Rubinho burman sangue di piccione includeva anche 2 smeraldi la parure e 5 punti luce!!

    LK

  31. Il Daddy 08/09/2010 alle 1:00 pm

    Moratti il nuovo Boffo!!!

    Caspita da Baffo Moretti a Boffo Moratti.

    Praticamente è il “Dr jekyll and mr Hyde” de noaltri

  32. psycho 08/09/2010 alle 12:59 pm

    Per la serie amico amico, amico un cazzo.

    Franco Rossi vedrà pure cose che noi umani… bla bla bla.
    Franco Rossi sarà, quindi, un androide. E si sa, bisognerebbe chiedersi se gli androidi sognano pecore elettriche.
    Franco Rossi sognerà, quindi, pecore elettriche. Probabilmente.

    Però c’è da dire una cosa. Ha rotto il cazzo.
    A casa mia (che non sono giornalista, ma sono vagamente alfabetizzato) con i ‘se’ e con i ‘ma’ non si scrivono articoli di giornale decenti. Quel tipo di giornalismo lo si legge su “il giornale” o testate simili. E sul sito del buon Franco Rossi.
    Magari ha ragione, chi lo sa. Il problema, però, è che ragionando con i ‘magari’ e le supposizioni, è lecito dire che Franco Rossi sogna pecore elettriche.

    Ah, e siccome sogna pecore elettriche, per favore, installategli un correttore automatico per la lingua italiana con il prossimo aggiornamento. Lui la tortura, la lingua italiana.

  33. dante 08/09/2010 alle 12:50 pm

    pretendo la riapertura del “Calciominchiata”

    http://www.calciomercato.com/mercato/kaka-all-inter-nessuno-smentisce

    con relativa assegnazione del premio!!!!

  34. Alinghi 08/09/2010 alle 12:49 pm

    Non credo sia stato il petrolio coi libici a fermare il mercato dell’Inter.
    Piu’ determinante Feltri che minacciava di pubblicare lo scoop di
    un bilocale a Quarto Oggiaro e di uno a Gratosoglio di proprieta’ dei Moratti comprati all’asta.
    Uno sputtanamento clamoroso

  35. The_Mozzarella 08/09/2010 alle 12:44 pm

    Su SkySport24, il celeberrimo canale 200 di Sky in cui mandano immagini di calcio 24 ore su 24, alle ore 12.30, dopo aver affermato che Galliani ha dichiarato:”Mi piacerebbe vedere Balotelli insieme ad Ibra..”, il giornalista in studio (molto ammirato) ha fatto vedere la schermata di Interistiorg.org e il pezzo “Balotelli al Milan: ecco le prove” complimentandosi per l’ironia dei tifosi. La domanda ora è: il giornalismo sportivo italiano fa davvero così schifo, o questo sito è di una gnoccaggine straordinaria?

  36. tacalabala 08/09/2010 alle 12:38 pm

    io vedo tutto chiarissimo, limpido.
    grazie francone

  37. direttore 08/09/2010 alle 12:02 pm

    come dimenticare un fiorentina inter 1-1
    (serena e passarella su rigore) negli anni 80…non ricordo se era 83 o 84…
    pullman dal mio paesino…classico…di quelli con la fermata in autogrill che prevedeva il montaggio di tavolo e sedie nel parcheggio per consumare in tranquillità il prosciutto tagliato a mano con pane fatto in casa…
    l’autogrill è a una quarantina di km dallo stadio franchi…ma il mattone che colpì all’orecchio uno dei partecipanti alla gita solo perchè portava la sciarpa dell’inter, proveniva da un’auto con sciarpa viola.
    recatici allo stadio, in un uomo in meno, passando sotto la curva “ferrovia” che non è nemmeno quella più calda siamo stati accolti da pezzi di cemento e di cessi…
    entrati in gradinata siamo stati simpaticamente strattonati e spintonati fino all’uscita…per poi essere cordialmente riammessi a prenderci i razzi che arrivavano dalle curve a venti minuti dalla fine…
    aghhhhhhhh
    che esperienza.
    una goduria proprio.

    [NdIorg – quanti rimpianti per quel calcio delle famiglie! Postiamo anche il tuo dolcissimo racconto]

  38. Rafanello 08/09/2010 alle 11:59 am

    Sul secondo gol in contropiede del Cesena, con Ibra, Pato, Robinho, Ronaldinho e Pirlo a pasturare il centrocampo romanticamente illuminati dal primo tramonto del Mare Adriatico, ripenseremo con più letizia ai complotti di francorossi.com…

  39. boombastic 08/09/2010 alle 11:59 am

    Ok, redazione, al cospetto dell’evidenza dei fatti mi arrendo.
    D’altronde di fronte alla “chicca” che Recoba sia peruviano, non ci sono più dubbi che Francone ne sappia molto più di tutti noi.
    E io che pensavo che il buon Alvaro fosse finlandese…
    [NdIorg – una sera che passa al pub, devi assolutamente venire: ti si apre un mondo]

  40. Pictor 08/09/2010 alle 11:54 am

    Vedrete fratelli che il Milan finisce il Campionato come Dorando Petri alle Olimpiadi di Londra nel 1908. Solo che a differenza del maratoneta, la squadra non verra’ punita.

  41. interator 08/09/2010 alle 11:35 am

    io controrilancerei:

    “Pepe, Martinez, Motta e Lanzafame: qualcuno ha ordinato alla Juve di diventare una succursale della Caritas?”

  42. JulioCesar capocannoniere 08/09/2010 alle 11:33 am

    Nuovo stadio della pisella “accendi una stella”

    Vecchio stadio della pisella “accendi un seggiolino”

  43. JulioCesar capocannoniere 08/09/2010 alle 11:30 am

    Mi pare di capire che l’Inter diventa da benzina a diesel. Costa meno ma è più lenta.
    Ma il fratelloavvoi dove le piglia ste notizie?

  44. boombastic 08/09/2010 alle 11:25 am

    Scusate non sapevo che Francone fosse un simpatizzante del sito. Chiedo venia.

    P.S.: comunque l’articolo mi sembra, come dire, un tantino azzardato…

    [NdIorg – sapevi che Recoba è peruviano? Francone ne sa mille]

  45. polvere73 08/09/2010 alle 11:22 am

    Mi sembra che stiate trascurando un evento di fondamentale importanza per la sopravvivenza del paese e del caro circo pallonaro: con l’iniziativa “Accendi una Stella” potrai incidere il tuo nome in una delle stelle che saranno incastonate nelle turche dei cessi del nuovo stadio della Juventus.
    Cosa aspetti: anche tu, caro amico, acquista una stella e legati indissolubilmente con la leggenda della Juventus.
    I prezzi sono modici: stella d’oro 250€ stella di platino 350€.
    Sconto del 10% ai cassintegrati Fiat e agli ex colleghi di Termini Imerese.
    PS. Cari gobbi, sarebbe fantastico cagarvi in testa…

  46. boombastic 08/09/2010 alle 11:17 am

    E’ chiaro che l’anno prossimo Gheddafi diventerà presidente dell’Inter e lo stadio di proprietà lo costruirà a Tripoli: per vedere le partite casalinghe dei nostri beniamini bisognerà, ogni volta, fare la coda in via Massaua muniti di tessera del tifoso o affidarsi alla puntuale organizzazione della Jakala.

  47. boombastic 08/09/2010 alle 11:11 am

    Primo.
    Juve Milan Roma Francorossi merda [NdIorg – nonono Francone è fratello annoi]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: