Interistiorg

Il sito che vi amerebbe tutti, se solo ne avesse il tempo

Archivi Mensili: ottobre 2014

Mario: get back, get back, get back where you once belonged

Get Back Jojo

Get Back Jojo

Siamo franchi: a Liverpool sta facendo cagare, a noi un attaccante serve, loro se ne liberano in prestito, noi gli paghiamo parte dello stipendio.

Brocco non è brocco e una biglia nel derby la mette di sicuro. Non vediamo dei contro.

Anonimo nei commenti: “Chi mette il vitello grasso?” La Eve ce lo ha suggerito.

Intanto l’esonero di Mazzarri è servito: stiamo tornando in corsa.

Eve, tranza: scuse accettate

La Lady D italiana

La Lady D italiana

Libero stavolta spacca: “Ciccio Bombo cannoniere con tre buchi nel sedere”. La povera Eve mandata al macello“Solo i complottisti anti-Juve, i soliti nemici della gloria bianconera, rosiconi e invidiosi, possono pensare che sia un’ espressione offensiva. Macché: è pura prevenzione contro l’anoressia.

E “quando arrivò Gheddafi lo dissero subito: «Riccioluto porta cammelli beduino »“. Oh, voi ne parlate sempre male ma stavolta Libero spacca,

Chiunque abbia letto i blog che da due anni pubblico sull’Huffington Post sa che si tratta di articoli di pura satira sportiva“. Svelato l’arcano: non li leggeva nessuno.

Eve, lo sai come sono ‘sti asiatici: permalosi, mezzi froci, senza humor.

Chissà se alla mensa FIAT servono i musi gialli. Non come pietanza, intendiamo.

Comunque la Eve non è razzista: è solo una che trova incredibilmente divertenti le gag razziste.

Ora però basta accanirsi contro la povera Christillin: anche ai bambini non piacciono gli spinaci, eppure gli spinaci non se la prendono così a male.

Non volevo denigrare Massimo Moratti, che conosco e stimo“. Ha ragione: se ti sfotto per la dentatura, non vuol dire che non ti stimo.

Cioé Gandhi aveva un dente ogni quattro isolati, però lo stimiamo*.

*per sentito dire, personalmente non lo conosciamo

"Ué Dentice, tieni giù le mani"

“Ué Dentice, tieni giù le mani”

E ringraziate che Thohir non è negro

Inutile che fingi di essere come noi

Inutile che fingi di essere come noi

Erick, ridacci i marò ORA.

Ferrero scrive una lettera di scuse a Thohir, ringraziando la signora che lo ha messo in regola con i contributi.

Da quando è arrivato, una pioggia di battutine curiose: la trasmissione del’Intellighentia TuttiConvocati che lo manda a vendere souvenir in metrò, il presidente Ferrero che fa scompisciare gli ospiti in studio deridendo il “filippino“, ora la grande signora chic che scrive “piccoletto ciccione indonesiano“.

La signora chic è presidente di un’associazione per la prevenzione dell’anoressia e usa il termine ciccione come un insulto.

E c’ha ragione. Anoressiche di tutta Italia: basta vittimismi o a letto senza cena.