Interistiorg

Il sito che vi amerebbe tutti, se solo ne avesse il tempo

L’eroe buono: Barzagli in discoteca per dire ai giovani di non drogarsi

nancy

When Andrea Barzagli meets Nancy Reagan: Just say no

Noi e la Fondazione Barzagli in lotta contro la bamba.

Verremo a prendere i giovani dentro tutti i discopub italiani: basta destri al cesso sulla tavoletta pisciata. Fa pure schifo.

Ci scrive un gruppo di giovani: “Qual è la posizione della Fondazione Barzagli sulle droghe sintetiche?“. Molto negativa, scende a patti solo sull’abuso di farmaci.

La cordata cinese del Milan vira su un negozio di unghie in Via Faruffini

image1

Tutto pronto per l’opening

Manca pochissimo ormai: il nuovo Wow Nail di Yonghong Li sta aprendo i battenti davanti alla pescheria con nuova gestione a un passo da Piazza De Angeli.

Confermate le indiscrezioni giornalistiche della vigilia: è coinvolta la municipalità di Guangzhou tramite un fondo di private equity di cui è partner il colosso assicurativo Ping An Insurance.

Incerto invece l’ingresso del Jilin Yongda Group, quotato alla borsa di Shenzhen, specializzato nell’elettronica industriale per l’energia, la chimica, la metallurgia e i trasporti, che delle unghie non se ne fa un cazzo ma d’altronde non è che col calcio suonasse il gong dell’innovazione nel campo degli impianti chimici.

Protestano sia la pelletteria, Marco che ripara bene i motorini a prezzi onesti e Buffon: via Faruffini doveva restare italiana, invece ormai è piena di musi gialli.

Andrea Agnelli avrebbe avuto rapporti con camorristi in cambio di biglietti. Ma uno che scopa le donne ce l’hanno in famiglia?

agnellithebeautiful

Chi ha avuto rapporti con quest’uomo in cambio di biglietti per Juve-Crotone?

Il Procuratore: “La cosca Bellocco-Pesce ha avuto rapporti con la dirigenza Juve per biglietti e bagarini“.

Queste vaghe accuse a sfondo sessuale non ci piacciono.

 

E poi a noi pare un buon segnale che le cosche guardino il calcio invece, ad esempio, di vendere armi.

Ormai l’informazione in Italia ha la tendenza a guardare il bicchiere mezzo vuoto.